TESTO EDITO
LA BASTARDA DI ISTANBUL 
.Elif Shafak
...Essere una bambina Kazanci significava prima di tutto dover imparare il significato di PAPA, non inteso come <> ma come PAPA, acronimo di
<>.
Il principio del PAPA valeva in ogni momento dell' esistenza: se una delle bambine inciampava e si faceva male nella stanza accanto, tratteneva l' urlo, si premeva forte la mano sulla ferita, scendeva le scale in punta di piedi, fino alla cucina o al giardino, si assicurava di essere abbastanza lontana, e solo allora poteva lasciarsi andare e piangere forte per il dolore. Alla base di tutto questo stava un' aspettativa attraente e irrealizzabile: se ti comportavi bene, papā non si sarebbe arrabbiato…
Indicazioni bibliografiche
Elif Shafak, La bastarda di Istanbul, Rizzoli, 2007
Titolo originale: The bastard of Istanbul
Traduzione di Laura Prandino
.Chiudi .Stampa .Segnala