TESTO EDITO
GOMORRA 
.Roberto Saviano
...Mi andava di trovare un posto. Un posto dove fosse ancora possibile riflettere senza vergogna sulla possibilitÓ della parola. La possibilitÓ di scrivere dei meccanismi del potere, al di lÓ delle storie, oltre i dettagli. Riflettere se era ancora possibile fare i nomi, a uno a uno, indicare i visi, spogliare i corpi dei reati e renderli elementi dell'architettura dell' autoritÓ. Se era ancora possibile inseguire come porci da tartufo le dinamiche del reale, l' affermazione dei poteri, senza metafore, senza mediazioni, con la sola lama della scrittura...
[...]

...Io vedo, trasento, guardo, parlo e cosý testimonio, brutta parola che ancora pu˛ valere quando sussurra: << ╚ falso>> all' orecchio di chi ascolta le cantilene a rima baciata dei meccanismi di potere. La veritÓ Ŕ parziale, in fondo se fosse riducibile a formula oggettiva sarebbe chimica. Io so e ho le prove. E quindi racconto. Di queste veritÓ...
Indicazioni bibliografiche
Roberto Saviano, Gomorra, Mondadori, 2007
pp. 233-234
.Chiudi .Stampa .Segnala